1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione

Contenuto della pagina

Tesi Dottorato in Studi di genere

XXIV ciclo

1.      Dottoranda: Anna Chiaiese
Tesi: Nei panni dell'altro. Studi sul travestimento intersessuale in Grecia antica.
Le pratiche di travestimento intersessuale nel mondo antico forniscono una chiave di letturanon secondaria di una particolarerappresentazione dell'"altro"in un'ottica di genere. Agendo attraverso il simbolico, esse offrono un paradigma significativo delle caratteristiche distintive che le società antiche attribuivano ai sessi e al genere in un dato contesto. Inteso come fatto rituale ed elemento di costume, il fenomeno è stato analizzato con gli strumenti metodologici dell'antropologia storica, applicata allo studio di talune esemplificazioni scelte per ragioni d'interesse e peculiarità specifiche.

2.       Dottoranda: Fabiana Santamaria
Tesi :La complessità dello sviluppo dell'identità di genere in bambine con DSD
Tutor: Prof. Paolo Valerio
Il progetto si propone di esplorare quanto l'ambiguità di genere di bambine con Disordini della Differenziazione Sessuale possa influire sulle rappresentazioni materne riguardo al genere della bambina e di conseguenza sullo strutturarsi dell'identità di genere della bambina. A tal fine è stata somministrata una batteria di test a 20 bambine (10 con sindrome di Turner e 10 con Iperplasia congenita del surrene) e loro madri. I dati così ottenuti saranno utilizzati per riflettere sul tipo di assistenza di cui necessitano queste famiglie e rappresenteranno la base per successivi studi longitudinali.

3.       Dottorando: Lorenzo Rocco
tesi : IL CORPO COME VEICOLO DI SOFFERENZA PSICHICA. Anoressia, bulimia, obesità.
 Partendo dai concetti di "psichico e somatico", così come proposti dalla letteratura psicoanalitica ci si soffermerà prevalentemente sui concetti di "sovversione libidica" (Dejours, 2002) e "seduzione generalizzata" (Laplanche, 2004), per ampliare ed esplorare i cardi del pensiero freudiano su questo tema, a partire dal concetto di "appoggio" e da quello di "pulsione".
Nella seconda parte ci soffermeremo sulla ricerca da noi condotta su tre campioni clinici quali anoressiche, anoressici inversi, ed obesi, al fine di valutare, tra le altre cose, se questi soggetti, e le patologie che li abitano, possano essere espressione di un medesimo nucleo psicopatologico.

 4.     Dottoranda Palma Menna
Tesi: Quando la violenza non fa rumore: storie di "ordinaria"violenza
Abstract: Il lavoro di tesi è centrato in particolare sulla violenza verso le donne perpetrata all'interno di una relazione intima (intimate partner violence). Si tratta di un fenomeno sociale presente in tutti i Paesi e diffuso trasversalmente all'interno di tutte le classi sociali. Gli obiettivi del nostro studio in particolare sono: - indagare le forme di violenza "nascosta" nell'ambito familiare, attraverso interviste in profondità a donne che si rivolgono ad un servizio non appositamente dedicato; - studiare in un campione più ampio di studentesse universitarie la presenza di forme di violenza fisica, psicologica, sessuale ed economica che si verificano all'interno della relazione di fidanzamento, andando ad indagare inoltre la presenza di forme di "abuso emozionale" tramite la somministrazione di specifici strumenti "self-report".

XXV

 1.       Dottorando: Agostino Carbone 
 Tesi: Il personale è politico": il ruolo del Genere nelle scelte di voto
Il lavoro di tesi si propone di studiare,  a partire da un approccio socio-costruttivista, il rapporto tra Genere e Politica, , analizzando criticamente processo di reificazione del Genere (Butler 1990), e le conseguenze che istituisce, suo piano sociale e delle buone pratiche, nel trattare qualcosa di astratto come reale.
In particolare, considerando le recenti proposte di leggi elettorali che mirano ad una maggior ed equa rappresentatività e distribuzione del potere tra i generi,
vengono prese in esame le modalità attraverso le quali l'egemonia del sessismo,  del patriarcato e dell'eterosessismo,  costruiscono le determinanti delle scelte di voto degli elettori.

2.        Dottoranda: Valeria Napolitano 
 Tesi: La rappresentazione del maschile nella televisione italiana. Un'analisi interpretativa per l'intervento in ambito formativo
La finalità della ricerca si orienta in due direzioni: in senso teorico come percorso di studio delle modalità simboliche di rappresentazione del corpo maschile in televisione; in senso formativo come sviluppo di competenze relative alla cultura di genere negli adolescenti, tramite l'osservazione degli audiovisivi da diversi punti di vista (pedagogia critica). La metodologia privilegia l'approccio qualitativo, e prevede una fase incentrata sull'analisi e l'elaborazione degli esiti di interviste semi-strutturate rivolte a un campione di studenti delle scuole secondarie di secondo grado.

3.        Dottorando: Giuseppe Stanziano
Tesi : Processi di simbolizzazione e violenza di genere: prospettive cliniche e psicoanalitiche.
Nel discorso psicoanalitico la violenza assume una connotazione in positivo, come produzione  concreta ed effettiva dello scambio simbolico, e una in negativo come deficit della simbolizzazione in quanto agito distruttivo. La ricerca in corso intende esplorare sia aspetti della Kultur, come possibilità di contenimento e limite della violenza, sia più specificamente un ambito clinico, attraverso colloqui e test proiettivi (Test di appercezione tematica) con donne vittime di violenza.
4.         Dottoranda: Mariangela Tartaglione 
 Tesi : Forme della rappresentazione letteraria del materno nella narrativa di scrittrici italiane del secondo Novecento.
Il focus della ricerca si orienta su un aspetto interno al macro-universo simbolico della rappresentazione letteraria del materno, e cioè sulla relazione intergenere madre-figlia, con specifico riferimento alla narrativa di scrittrici italiane di fine XX e inizio XXI secolo; l'analisi è condotta alla luce delle riformulazioni di cui il mother-daughter bond è oggetto - a partire dagli anni'70 - sia in campo filosofico che psicoanalitico, nonché nell'ottica di un approccio metodologico multidisciplinare, in grado di coniugare gli spunti più recenti provenienti dalla psicocritica e dalla gendered literary criticism con i paradigmi tradizionali della critica letteraria.

5.       Dottoranda: Francesca Fava
Tesi:
Le attrici entrano sul palcoscenico della Storia.Teatro, suffragismo ed emancipazione femminile tra Ottocento e Novecento in Inghilterra
La tesi di dottorato si concentra sullo studio di un gruppo di attrici e drammaturghe attive nel movimento suffragista inglese a cavallo tra Ottocento e Novecento. In particolare si porrà l'attenzione su due figure particolarmente significative: Cicely Hamilton (1872-1952) e Elizabeth Robins (1862-1952). 

6.      Dottoranda: Marcela González Barrientos
Tesi: Sesso, Intimitá e Potere nella coppia contemporanea: Discorsi sullo scontro nella produzione narrativa femminile cilena del secolo XXI.
Obiettivo Generale:
Interrogare -a partire dalle produzione narrative delle scrittrici cilene nell' ultimo decennio -,  le tensioni, le problematiche e gli adattamenti nell' articolazione dei rapporti amorosi di oggi, dipanando i discorsi esistenti rispetto alla differenza sessuale e l'amore che sostengono il legame sociale contemporáneo.
Metodologia.
La scommessa metodologica del presente lavoro sarà analizzare il discorso letterario amoroso contemporaneo dalla psicoanalisi lacaniana e la critica decostruttiva femminista, seguendo la traccia derridiana nel lavoro del testo. Vuol dire, focalizzare il lavoro sulla lorganizzazione del significante: "Rottura con il semantismo e lo psico-biografismo ingenui, elaborazione di una logica del significante (nella sua materialità letterale e nella sua formalità sintattica) (...)".(Derridà, 1975, P. 29)
 

XXVI ciclo

 1.       Dottoranda: Candida Carrino
Tesi:  Dinamiche di internamento della popolazione femminile tra il 1880 e il 1940 nel manicomio "S. Maria Maddalena" di Aversa
Obiettivo centrale è quello di analizzare i meccanismi attraverso i quali si modificano l'attenzione e la cura della sofferenza psichica, da una idea della follia come affezione morale ad una sempre più spiccata medicalizzazione della stessa. L'esperienza individuale dell'internamento e della malattia delle recluse, il racconto dei singoli casi può concorrere sia a testimoniare sia a contraddire le casistiche generali. La ricerca si caratterizza per un approccio multidisciplinare e coerentemente con gli obiettivi che essa si propone, è privilegiata un'impostazione metodologica fortemente empirica.

2.      Dottorando: Maurizio Esposito
Tesi: 
Il progetto di ricerca mira ad aprire una nuova prospettiva di genere all'interno della storia della fotografia contemporanea. In particolare si concentra sull'elaborazione delll'immagine del femminile da parte del femminile stesso. Si intende dunque indagare sul cosa ha colpito la sensibilità delle donne che hanno utilizzato la fotografia, e come, attraverso lo strumento della camera esse abbiano restituito il mondo, creando l'opere d'arte, al mondo stesso. Gli strumenti utilizzati sono quelli della filosofia del novecento, con particolare riferimento al concetto di sensazione sviluppato da Gilles Deleuze.

3.     
Dottorando: Francesco Garzillo
Tesi: Gli atteggiamenti verso l'omosessualità da parte delle forze dell'ordine
Tutor: Prof. Paolo Valerio
La maggior parte delle vittime dei crimini d'odio antigay/lesbiche molto spesso non denunciano questi crimini alle forze dell'ordine per il timore dell'ostilità e dell'abuso che questi ultimi possono agire. Allo stesso modo, le forze dell'ordine, in virtù degli atteggiamenti negativi nei riguardi dell'omosessualità, attuano condotte di seconda vittimizzazione che impediscono, alle vittime, la denuncia dei crimini di violenza antigay/lesbiche (Herek & Berrill, 1992). Sebbene questi fenomeni siano ben noti, non ci sono prove empiriche, né dati statistici sulla vittimizzazione secondaria. (Bernstein E Kostelac, 2002). Il progetto di ricerca si propone, quindi, di investigare gli atteggiamenti nei confronti dell'omosessualità da parte delle forze dell'ordine e come queste influenzano comportamenti negativi di seconda vittimizzazione, utilizzando metodologie sia qualitative che quantitative.

4.        Dottoranda: Valentina Manna 
Tesi: "Identità da conciliare: Madri e figli nel conflitto lavoro-famiglia"
Tutor: Adele Nunziante Cesàro e Valentina Boursier
Argomento: difficoltà di conciliazione tra lavoro e cura, e qualità della relazione madre-bambino in donne che presentano dimissioni volontarie dal lavoro in seguito ad una maternità.
Finalità: monitorare i livelli di work-family conflict e work-family balance esperiti; esplorare le rappresentazioni e la qualità della relazione madre-bambino con particolare riferimento alle restrizioni di ruolo sperimentate a causa della genitorialità, allo stress genitoriale e alla responsività materna
Metodi: colloquio, disegno simbolico dello spazio di vita familiare, parenting stress index, work-family balance questionnaire, parent development interview, osservazione ad orientamento psicodinamico.
  

Tesi di Dottorato in Lingua Inglese per Scopi Speciali

XXIII CICLO

1.      Dottoranda: Saveria Arma
 Tesi: The filmic language of audiodescription: a corpus-based analysis of adjectives 
 
La tesi costituisce uno studio dell'aggettivazione nell'audiodescrizione filmica. L'audiodescrizione è una tecnica relativamente recente che consiste nell'introduzione, all'interno di un prodotto audiovisivo, di una traccia audio che esplicita gli elementi visivi che altrimenti resterebbero preclusi al pubblico cieco. L'audiodescrizione, che può essere considerata una forma di traduzione intersemiotica, è caratterizzata da una lingua speciale, in cui l'aggettivazione gioca un ruolo fondamentale. 
 

  1.      Dottorando: De Martino Marco
Tesi: Illness narratives: un?analisi linguistica delle esperienze di malattia narrate dai pazienti
La ricerca ha per oggetto l'analisi linguistica (in lingua inglese) delle esperienze di malattia raccontate dai pazienti (oral illness narratives).
Il materiale del corpus è stato reperito dal sito internet www.healthtalkonline.org (in precedenza noto come DIPEx.org). Lo scopo della ricerca è di studiare i pattern linguistici delle illness narratives tenendo in considerazione anche fattori sociali quali età e genere degli intervistati.
Mi sono soffermato in particolare sui concetti di stigma sociale (cfr Goffman 1968) e di identità di genere, chiedendomi se ci fossero caratteristiche linguistiche utilizzate dai pazienti affetti da patologie percepite come stigmatizzanti o invalidanti per il proprio senso di virilità/femminilità e se si potessero tracciare differenze tra lo stile del racconto degli uomini e delle donne.
A tal fine, ho preso in considerazione la letteratura relativa alle medical humanities, con particolare riferimento alla medicina narrativa e alle narrazioni di malattia (Kleinman 1988, Frank 1995, Greenhalgh & Hurwitz 1998, Charon 2006); riguardo all?aspetto linguistico, lo studio è impostato sui contributi teorici della corpus linguistics (Biber 1999, Tognini Bonelli 2001, McEnery & Xiao 2006, Baker 2010) e della discourse analysis (Van Dijk 1985, Schiffrin et al. 2001, Gee 2004).
L?analisi è stata effettuata secondo il modello di corpus-based analysis fornito da Tognini-Bonelli (2001) e da McEnery (2006).

2.      Dottorando: Ferraresi Adriano
 Tesi: Collocazioni nelle descrizioni di corsi universitari: unavalutazione di diverse misure di associazione lessicale.
Lo scopo del presente lavoro è un?analisi comparativadi alcune misure statistiche utilizzate per l'estrazione automatica di collocazioni lessicali da un corpus di specialità. La valutazione è
condotta attraverso la triangolazione di dati ottenuti da dizionari,informatori esperti e parlanti nativi. L'obiettivo è triplice: primo, a livello teorico, il lavoro mira a determinare il livello di
sovrapponibilità tra la nozione di collocazione utilizzata in unapproccio basato su corpora e la sua controparte psicolinguistica; ilsecondo obiettivo, più metodologico/applicato, è quello di valutarequale misura statistica rifletta meglio l'intuizione umana sulla"collocatività" delle coppie estratte; infine, si cercherà di offrireinformazioni rilevanti allo studio della fraseologia tipica del generespecializzato preso in considerazione, ossia le descrizioni di corsiuniversitari, che sono attualmente oggetto di interesse nel quadro dell'internazionalizzazione delle università europee.
 
3.       Dottoranda: Francomacaro Maria Rosaria
 Tesi:  English as a Medium of Instruction at an Italian Engineering Faculty: An investigation of Structural Features and Pragmatic Functions 
 L'inglese sembra aver assunto il ruolo di lingua franca nel contesto accademico europeo e mondiale. Anche le università italiane stanno affrontando la sfida della internazionalizzazione attraverso l'insegnamento curricolare in lingua inglese. La tesi si propone di offrire uno spaccato dell'inglese veicolare utilizzato in un ambito specialistico quale è quello della Facoltà di Ingegneria. L'indagine proposta si concentra sull'analisi della lezione accademica da un punto di vista strutturale e pragmatico.

4.      Dottoranda: Scambia Francesca
Tesi: The English language of European official statistics: A corpus-based study
 
La ricerca affronta per la prima volta in modo così ampio il tema del linguaggio statistico in lingua inglese in ambito UE. Il punto di partenza è lo European Statistical Code of Practice (2005) e i Regolamenti che ne sono seguiti, tra i cui molteplici obiettivi rientra l'apertura della statistica ufficiale europea ad una maggiore accessibilità e chiarezza. La ricerca si propone di offrire una descrizione delle peculiarità del linguaggio statistico in lingua inglese con particolare riferimento alle versioni tradotte dalle diverse lingue nazionali degli annuari statistici nazionali. Lo studio è realizzato attraverso la costruzione di un corpus di annuari statistici europei (42 in tutto) prodotti da native-speakers (Irlanda), tradotti da 13 diverse lingue europee e gli annuari di Eurostat (organismo della UE preposto al coordinamento della produzione statistica). 
 
5.      Dottoranda: Scotto Di Carlo Giuseppina 
Tesi: Il Linguaggio delle Nazioni Unite: Vaghezza e 'Weasel Words' nelle Risoluzioni del Consiglio di Sicurezza Relative alla Seconda Guerra del Golfo
Questo studio si propone di analizzare la vaghezza intenzionale contenuta nelle risoluzioni dell'ONU relative alla seconda guerra del Golfo. Attraverso un'analisi qualitativa (Discourse - Historical Approach - Wodak 2000) e strumenti di analisi quantitativa, particolare attenzione è rivolta alle conseguenze storico-politiche della vaghezza utilizzata in tale contesto. I risultati indicano che il linguaggio vago delle risoluzioni ha favorito l'innesco del conflitto iracheno invece di una soluzione diplomatica, rivelando quindi un uso intenzionale di modelli linguistici contenenti vaghezza come strategia politica.

 6.      Dottoranda: Zollo Sole Alba 
Tesi: Raising awareness via the three Ps: Promotion, Popularisation and Pedagogy
A multimodal analysis of the Council of Europe campaigns for the protection of human rights
 
Lo scopo principale della ricerca è stato di evidenziare le strategie discorsive più significative impiegate nelle campagne pubbliche più recenti del Consiglio d'Europa per la promozione dei diritti umani. Si è cercato di identificare, attraverso un'analisi delle strategie discorsive di 'promotion, popularisation and pedagogy' (le 3P), i vari strumenti persuasivi verbali e visivi usati dall'Organizzazione per raggiungere i cittadini a tutti i possibili livelli. A causa della complessità delle tematiche e delle sue implicazioni socio-culturali, i dati raccolti sono stati esaminati attraverso i paradigmi analitici e metodologici della Critical Discourse Analysis (CDA) e della Social Semiotics da una prospettiva multimodale. 
 

XXV ciclo

  
1.       Dottoranda: Carmine Meola 
Tesi: Patient Information Leaflets: A Systemic Functional Approach
Basato sulla metodologia di ricerca: Systemic Functional Linguistics, questo studio intende analizzare un corpus di  buciardini che forniscono al paziente le informazioni relative ai farmaci o alle sostanze che assumerà. Il razionale dello studio nasce dalla consapevolezza che il bugiardino assume il ruolo di un genere letterario, meritando così, una ricerca di approfondimento: la valutazione dell'organizzazione del testo, uso di elementi retorici, gergalità del linguaggio scientifico, finalità del testo,  assistenza al lettore, ed aspetto tipografico.

3.       Dottoranda: Floriana Narciso
 
4.       Dottorando: Enric Ruiz Gelices 

5.       Dottoranda: Alessia  Tranchese
Tesi: Rape in the news: An analysis of sexual violence against women in English tabloids and broadsheets.
 Analisi della rappresentazione delle vittime e perpetratori di stupro nei quotidiani inglesi. Focus sul linguaggio usato dalla stampa e delle possibili ricadute ideologiche legate alle scelte linguistiche. L'analisi qualitativa è combinata con un'analisi quantitativa del corpus di articoli al fine di integrare le due metodologie.

Tesi di Dottorato in Scienze Psicologiche e Pedagogiche

XXIV

 1.                      Dottoranda: Anna Ambrosino
Tesi: L'assessment psicologico in infertilità
La tesi verte sull'assessement psicologico di coppie infertili. Essa consta di una parte teorica e di una parte metodologica. Nella parte teorica sono illustrati i modelli dello stress, le loro applicazioni all'esperienza di infertilità e i test creati per la valutazione di persone infertili; è inoltre presente una rassegna ragionata delle ricerche condotte sull'infertilità. Nella parte metodologa, invece, sono presenti quattro studi che mirano alla comprensione della relazione tra coping, adattamento diadico e vissuti emotivi di coppie infertili, alla validazione di due test atti alla comprensione delle fonti di stress e delle risorse adattive in infertilità e alla
validazione di una batteria per l'assessment psicologico di persone infertili.

2.                      Dottoranda: Tiziana Di Palma
Tesi:  Formazione dell'identità e appartenenza a gruppi subculturali giovanili.
La ricerca prende le mosse dall'ipotesi di fondo secondo la quale  le dimensioni relazionali svolgono un ruolo importante nei processi di costruzione dell'identità, e focalizza alcune di tali dimensioni, considerando, in particolare, la variabile relativa alla  appartenenza degli adolescenti a gruppi di coetanei informali o sub culturali radicali.

3.                      Dottorando:  Antonio Cosentino
Tesi: La "comunità di ricerca filosofica" come setting di formazione
Tutor: Prof.ssa Maura Striano
 La tesi è focalizzata sullo studio della dimensione sociale e formativa della pratica-riflessiva in stile filosofico. A partire dalla premessa di una sostanziale circolarità della relazione teoria-pratica, dà conto di una ricerca sviluppata su due binari principali: 1)Problematizzazione del costrutto di "Comunità di ricerca filosofica"; 2) Osservazione (partecipata) di una "comunità di ricerca filosofica" in azione.
 
4.                      Dottoranda: Alessandra Priore
Tesi: Fattori che facilitano il ricongiungimento familiare delle generazioni
Il ricongiungimento familiare è quel processo che riguarda famiglie interessate da un periodo di separazione forzata dei suoi membri, che si ricongiungono dopo un lasso di tempo trascorso in contesti culturali diversi. Lo studio ha l'obiettivo di individuare eventuali fattori di protezione che facilitino il ricongiungimento ai genitori di adolescenti stranieri attraverso un approccio multi-metodo che a strumenti qualitativi (storia di vita) alterna strumenti quantitativi che misurano il grado di coesione familiare e i modelli d'attaccamento.
 
5.                      Dottoranda: Francesca Scafuto
Tesi: Rischi, identità, efficacia ed ingiustizia nella "terra dei fuochi e delle discariche": le determinanti psicosociali della protesta
La tesi è una ricerca multi-metodo che indaga la protesta contro le discariche legali ed illegali in una città della nostra regione, ancora segnata dalla crisi dei rifiuti. Il tentativo di capire le motivazioni che guidano questi cittadini ad impegnarsi in un comitato o in un' organizzazione mi ha portato ad affrontare un primo studio qualitativo, nel quale ho intervistato 15 testimoni privilegiati di una comunità locale. In seguito, ho formulato le mie ipotesi al fine di integrare il modello teorico di Klandermans (1997). Il questionario, da me realizzato, è stato somministrato a 300 residenti della stessa comunità. In quest'ultimo studio, ho verificato gli effetti di alcune variabili sulla protesta in un modello causale. Alcune di queste variabili sono state il senso di ingiustizia, l'identità e l'efficacia collettiva, la percezione del rischio.
6.                     Dottorando: Luca Vairetti  Irvin
Tesi: Musica, educazione e società. Il ruolo della musica nella didattica della storia.
 
La ricerca verte sulla riflessione teorica attorno ai nessi musica/educazione e musica/didattica delle discipline e sulle possibili ricadute che l'uso del dispositivo musicale può avere nel contesto della scuola secondaria di secondo grado, con particolare rifermento alla didattica della storia. 
 

1.       Dottoranda: Elena Dell'Aquila;

2.       Dottorando: Francesco Pugliese;

3.       Dottoranda: Flavia De Simone;
Tesi: Il ruolo della categoria grammaticale nei processi di acquisizione e produzione lessicale
Uno degli aspetti più controversi per ciò che concerne l'accesso lessicale è il ruolo della categoria grammaticale nelle rappresentazioni mentali delle parole e conseguentemente nella produzione. Lo scopo del mio studio è quello di approfondire le differenze tra nomi e verbi nei processi di acquisizione e produzione lessicale, avvalendomi di paradigmi nati nell'ambito della psicologia sperimentale, tra i quali spicca il paradigma di interferenza figura - parola. I risultati delle mie ricerche verranno discussi alla luce dei recenti dibattiti relativi all'organizzazione lessicale.

4.       Dottoranda: Silvia Scotto di Luzio
Tesi: Adolescenza e relazioni: il ruolo dell'esperienza sportiva
Questo lavoro nasce nell'ambito degli studi sulle relazioni tra pari in adolescenza e gli indici motivazionali nell'ambito dello sport e dell'attività fisica. Attraverso l'approccio della Grounded Theory, finalità principale del progetto è  quella di esplorare il ruolo dell'esperienza sportiva nella costruzione di relazioni in adolescenza, in particolare facendo riferimento a: 1) relazioni atleta -atleta; 2) relazioni atleta - non atleta; 3) relazioni atleta - adulti di riferimento; 4) relazioni atleta -comunità.

1.      Dottorando: Raffaele De Luca Picione
Tesi: Aspetti epistemologici e psicologico-clinici della relazione medico-paziente 
 Il progetto di ricerca ipotizza che nella relazione sanitaria le transizioni tra medico-paziente sono realizzate attraverso la reificazione psichica del campo relazionale istituito a partire da componenti emotive e da posizioni prettamente soggettive.
L'attività di simbolizzazione affettiva traduce in segni  l'esperienza emotiva del soggetto. Essa cioè è una cornice di senso all'interno della quale i segni acquistano il proprio senso (locale e contestuale, mai assoluto). Tale processo di semiotizzazione (formazione ed utilizzo di segni) diventa reificazione, quando i segni sono vissuti come svincolati e scissi dalla propria significazione acquistando una propria autonomia.
L'obiettivo è quello di cogliere l'intersezione della soggettività e del discorso sociale sulla malattia attraverso l'analisi delle trascrizioni dei colloqui e del confronto delle interviste al medico e al paziente. 
 
2.       Dottoranda: Elisabetta Grieco
Tesi: La costruzione dell'identità professionale nell'insegnante di sostegno
Finalità: Comprendere la pratica professionale dell'insegnante di sostegno, analizzandone i bisogni formativi (problemi e prospettive), rispondendo alle seguenti domande: Chi è oggi l'insegnante di sostegno? Come si è formato? Quale la sua epistemologia professionale? Quali i suoi bisogni formativi?
Metodi: Si prevede l'utilizzo di una metodologia quanti-qualitativa su un campione di 200 insegnanti di sostegno nel territorio regionale campano.

3.       Dottorando: Alfredo Natale
Tesi: Potere Migrante. Dall'Identità al Potere.
Il punto di partenza del lavoro di ricerca è l'esplorazione della dimensione del Potere psico-sociale in relazione alla comprensione dei fenomeni sociali. Indagare i processi di reificazione di modelli di gestione del potere disfunzionali al benessere comunitario ed autoreferenziali va nella direzione dello sviluppo di strategie di destrutturazione di tali modelli. La rimodulazione degli assetti di potere e delle asimmetrie relazionali caratterizzanti contesti oppressi (quali quelli dove è pregnante la presenza di forme di criminalità organizzata o quelli connessi al vasto mondo delle migrazioni e dei gruppi minoritari) è finalizzata ad una più equa distribuzione delle risorse delle comunità ed ad una maggiore giustizia sociale secondo i modelli teorici della Psicologia Critica e della Psicologia della Liberazione. La relazione tra dimensione identitaria e potere sociale diviene centrale per la comprensione dei processi di trasformazione sociale e promozione del benessere. La finalità del progetto di ricerca risulta essere lo sviluppo di metodologie per la liberazione dall'oppressione nei contesti locali attraverso l'attivazione di processi di coscientizzazione e partecipazione.

4.       Dottorando: Stefano Maltese
Tesi: La costruzione dell'identità negli adolescenti omosessuali dell'Italia meridionale.
La ricerca qualitativa si pone l'obiettivo di rilevare ed analizzare in chiave pedagogica, i modelli e i dispositivi educativi che condizionano e orientano la costruzione dell'identità di genere degli adolescenti omosessuali nel contesto dell'Italia meridionale allo scopo di mettere a fuoco quelli che rappresentano gli elementi di condizionamento e di vincolo rispetto alla costruzione consapevole, critica, riflessiva di una propria identità di genere. La metodologia di ricerca sarà quella della raccolta di interviste narrative a soggetti adolescenti che si riconoscono come omosessuali. I modelli educativi emergenti dalle narrazioni saranno analizzati e comparati anche tenendo conto della loro ricorrenza in diverse aree territoriali e in diversi ambiti socio culturali. Verrà quindi effettuata una mappatura dei modelli in oggetto a partire dalla quale si identificheranno ipotesi di intervento formativo in diversi contesti.
 

Le tesi di dottorato dei cicli precedenti sono consultabili sul sito

 
 
Condividi su: