1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione

Contenuto della pagina

Attività di ricerca

Provette

Obiettivi Formativi ed Informazioni Generali

Il percorso formativo scientifico dei Dottorandi è improntato ad uno schema comune che consiste nel lavoro sperimentale svolto nei laboratori dei Dipartimenti Universitari afferenti con la supervisione di un Docente guida e di un Tutor. I settori di ricerca dei Docenti comprendono molti aspetti della piu avanzata ricerca di base in medicina molecolare e della moderna ricerca clinica ed applicata (vedi sezione dedicata alle linee di ricerca), come e documentato dai lavori pubblicati su riviste a severo controllo redazionale e dai finanziamenti ottenuti in ambito nazionale ed internazionale. Un elemento comune fra i Docenti è l'approccio metodologico e sperimentale volto alla identificazione delle componenti molecolari e fisiopatologiche coinvolte nella espressione delle patologie umane ed alla applicazione delle nuove conoscenze derivanti dallo studio del genoma umano e delle piu avanzate tecnologie disponibili nell'industria medicale in campo diagnostico-terapeutico. L'attivita svolta da ciascun Dottorando ed i risultati sperimentali conseguiti vengono presentati individualmente e discussi nell'ambito di piccoli gruppi di lavoro, mentre la specifica tematica di ricerca dei Dottorandi viene discussa criticamente e valutata collegialmente in riunioni tra i dottorandi ed il Collegio dei Docenti. Questo programma di apprendimento pratico e reso possibile grazie ad una ampia disponibilita di risorse strumentali e tecnologie avanzate presso i laboratori dei Dipartimenti Universitari che partecipano alla Scuola di Dottorato. Nell'ambito delle attivita didattico-scientifiche e previsto per i Dottorandi un soggiorno di studio e di ricerca avanzata presso prestigiose istituzioni universitarie e di ricerca negli USA ed in Europa (vedi sezioni dedicate ai rapporti internazionali e con enti esterni).

 

Stetoscopio

Linee di Ricerca del Dottorato in Fisiopatologia Clinica e Medicina Sperimentale

1) Basi molecolari e fisiopatologiche delle malattie cardiovascolari. Questa linea di ricerca si propone la valutazione dei meccanismi molecolari, degli aspetti fisiopatologici, delle nuove prospettive diagnostico-terapeutiche di malattie dell'apparato cardiovascolare tra cui l'ipertensione arteriosa, la cardiopatia ischemica, le cariopatie dilatative e/o Ipertrofiche.

2) Basi molecolari e fisiopatologiche delle malattie del sistema immunitario. Questa linea di ricerca si propone la valutazione dei meccanismi molecolari, degli aspetti fisiopatologici, delle nuove prospettive diagnostico-terapeutiche di malattie del sistema immunitario tra cui le immunodeficienze, le malattie autoimmuni e le malattie allergiche.

3) Basi molecolari e fisiopatologiche delle malattie dell'anziano. Questa linea di ricerca si propone la valutazione dei meccanismi molecolari, degli aspetti fisiopatologici, delle nuove prospettive diagnostico-terapeutiche di malattie reumatologiche tra cui l'artrosi, le spondiloartropatie e l'osteoporosi.
 
4) Basi molecolari e fisiopatologiche delle malattie dell'anziano. Questa linea di ricerca si propone la valutazione dei meccanismi molecolari, degli aspetti fisiopatologici, delle nuove prospettive diagnostico-terapeutiche di malattie gerontologiche tra cui lo scompenso cardiaco, la demenza senile e le malattie cronico-degenerative.

5) Basi molecolari e fisiopatologiche delle malattie endocrinologiche. Questa linea di ricerca si propone la valutazione dei meccanismi molecolari, degli aspetti fisiopatologici, delle nuove prospettive diagnostico-terapeutiche di malattie endocrinologiche tra cui le disfunzioni tiroidee, le disfunzioni surrenali che ed il deficit di GH.

6) Basi molecolari e fisiopatologiche delle malattie metaboliche. Questa linea di ricerca si propone la valutazione dei meccanismi molecolari, degli aspetti fisiopatologici, delle nuove prospettive diagnostico-terapeutiche di malattie del metabolismo tra cui il diabete mellito, le iperlipidemie e l'aterosclerosi.
 
7) Basi molecolari e fisiopatologiche delle malattie metaboliche. Questa linea di ricerca si propone la valutazione dei meccanismi molecolari, degli aspetti fisiopatologici, delle nuove prospettive diagnostico-terapeutiche di malattie della pelle tra cui la psoriasi, le dermatiti da contatto e le fotodermatiti.

 

feto

Linee di Ricerca del Dottorato in Riproduzione, Sviluppo e Accrescimento dell'Uomo

1) Genetica ed immunologica della malattia celiaca. Di particolare rilievo si è rivelato negli ultimi anni per lo studio della risposta intestinale alla gliadina nella malattia celiachia il sistema sperimentale della cultura d'organo. Tecniche di immunologia cellulare sono pure impiegate allo scopo di caratterizzare la risposta immune mucosale.
 
2) Danno della bilirubina sulla salute neonatale. Si studiano gli effetti della iperbilirubinemia sul comportamento neonatale, sull'immunità primaria od innata e sull'integrità dell'intestino.

3) Fisiologia della menopausa. Sono in corso studi sulla fisiopatologia delle patologie connesse alla menopausa.  

4) Controllo neuroendocrino della riproduzione umana. Gli studi sono indirizzati a comprendere la fisiologia di mediatori neuroendocrini, endocrini, paracrini ed autocrini. 

5) Telemedicina prenatale e e-learning. La telemedicina prenatale è una nuova scienza biochimica basata sull'applicazione di tecnologie informatiche, elettromedicali e delle telecomunicazioni alla medicina prenatale.  

6) Area di immunologia clinica e sperimentale. Sono oggetto di studio l'ontogenesi linfocitaria in immunodeficit congeniti, i processi di selezione intratimica positiva e negativa, l'attivazione cellulare, i meccanismi biochimici della trasmissione del segnale e la suscettibilità genetica alle infezioni.  

7) Interazione microorganismi/mucosa intestinale. La criptosporidiosi è l'infezione intestinale più frequente e grave in pazienti con AIDS. Vengono studiati i meccanismi di diarrea in un sistema in vitro e aspetti di fisiopatologia della diarrea legati ad attività enterotossica in intestino umano e in cellule Caco 2.  

8) Basi molecolari delle sindromi genetiche. Il considerevole incremento delle conoscenze sul genoma umano consente oggi di studiare ed identificare le basi cromosomiche,biochimiche e molecolari sia di sindromi malformative, sia delle più comuni malformazioni.  

9) Medicina materno fetale. Studio dell'infezione da HIV in ambito materno infantile.

 

bocca

Linee di Ricerca del Dottorato in Scienze Odontostomatologiche

1) L'ingegneria dei tessuti cranio-facciali. Caratterizzazione biologica e morfologica di scaffold per l'ingegneria dei tessuti cranio-facciali.

2) Biocompatibilità dei materiali dentari. Tossicologia molecolare dei monomeri resinosi e dei materiali metallici.

3) Cariologia. Proprietà di alcuni sistemi enzimatici coinvolti nel controllo del potenziale redox dello Streptococcus Mutans.

4) Studio delle superfici implantari. Effetti biologici di differenti superfici in titanio sulla proliferazione e differenziazione in vitro di cellule osteoblastiche e fibroblasti.

5) Studi clinici in implantologia. La prevenzione del riassorbimento degli alveoli post-estrattivi mediante l'utilizzo di impianti post-estrattivi immediati trans mucosi. 

6) Fili di sutura innovativi. I fili di sutura impiegati come carrier di sostanze farmacologicamente attive nei processi riparativi e rigenenerativi tissutali.

7) Imaging 3D in ortodonzia. Dalla cefalometria a 2 dimensioni (2D) alle scansioni con Tomografia Computerizzata (3D) a basso dosaggio.

8) Dolore orofacciale. La linea di ricerca ha lo scopo, attraverso alcuni studi clinici, di studiare le diverse patologie causa di dolore orofacciale cronico.

9) Osteonecrosi da bifosfonati. Studio sui fattori di rischio dell'osteonecrosi delle ossa mascellari associata all'utilizzo dei bifosfonati.  

10) Efficacia degli irriganti canalari. Valutazione microbiologica e clinica degli irrganti utilizzati in endodonzia.

 
 
 
Condividi su: